Home
Premilcuore

PREMILCUORE

Comune della valle del Rabbi
Provincia Forlì-Cesena
Altezza sul mare metri 459

Comunità Montana Appennino Forlivese

Sede Centro visita
Parco Nazionale Foreste Casentinesi, Monte Falterona e Campigna

(dedicato al lupo e alla fauna)
Via Roma 34 - Premilcuore

Superficie territorio comunale kmq 98,75

c.a.p. 47010
prefisso telefonico 0543
codice catastale H034

Premilcuore panorama

Distanze:
dalla Via Emilia Km 42
dalla Colla tre Faggi Km 13
Posizione N 43°58' 38 " E 11°46' 39 "

Circondato dai contrafforti dei monti Gemelli (1206), Guffone (1198) e ai piedi dell'Alpe di san Benedetto.
Costruito su uno sperone roccioso e circondato da tre lati dal fiume Rabbi, ultimo paese della valle prima della colla tre Faggi, nell'antichità uno dei più importanti passi dell'appennino.

Abitanti Premilcuoresi
Patrono 11 novembre San Martino

Bandiera Arancione marchio di qualità turistico ambientale del Touring Club Italiano
assegnato per
Efficiente servizio di informazioni turistiche, grazie a un punto informativo dedicato, accogliente e ben fornito e il centro storico della località si presenta omogeneo, armonico e caratteristico. Immerso in un contesto naturalistico di grande pregio (Parco Nazionale delle Foreste Casentinesi), presenta anche una rete sentieristica molto sviluppata e ben segnalata.
PREMILCORE, PREMILCUORE già PRIMALOGORE, o PROMALGORE nella Valle del Rabbi in Romagna. – Borgo e Castello con chiesa plebana (S; Martino) già detta all’Oppio, capoluogo di Comunità nella Giurisdizione e circa 11 miglia a ostro della Rocca S. Casciano, Diocesi di Bertinoro, Compartimento di Firenze.
Risiede in valle sulla ripa sinistra del fiume Rabbi fra due altissimi contrafforti che scendono dai gioghi dell’Alpe di S. Benedetto e da quelli della Falterona, fra il grado 26°
26’ longitudine ed il grado 44° 1’ latitudine circa 11 miglia a libeccio di Galeata, 6 a ostro di Portico, e 12 miglia toscane a grecale di San Godenzo.
(E. Repetti Dizionario della Toscana 1841)
Segnala a un amico busta
© www.appenninoromagnolo.it 2003-2018
Torna su