Pennabilli

Comune della valle del Marecchia
Provincia Rimini
(già provincia Pesaro/Urbino regiome Marche - annesso alla Provincia di Rimini regione Emilia Romagna con Legge 3 agosto 2009, n. 117)
Altezza sul mare metri 629

Comunità Montana Alta Valmarecchia

Superficie territorio comunale62,66 Kmq

Frazioni: Aia di Bartolo, Castello, Ca` La Petra, Ca` Mazzoni, Ca` Romano, Cermitosa, Lago Villagrande, Maciano, Miratoio, Moleto, Molino di Bascio, Pantaneto, Poggio Bianco, Ponte Messa, San Marino, Scavolino, Soanne, Soanne - Castello, Valpiano, Villa Maindi

c.a.p. 61016
prefisso telefonico 0541
codice catastale G433

Pennabilli

Distanze:
dalla Via Emilia Km 44 (Rimini)
dal Passo Viamaggio Km 29
Posizione N 43° 49' 1 " E 12°15' 54 "

 

Cittadina nata dall'unione dei due antichi castelli
costruiti su due picchi adiacenti, Penna sul Roccione e Billi sul Rupe.

Abitanti Pennesi 
Patrono 5 maggio - San Pio V

Pennabilli - la cittadina

fontana
Piazza Vittorio Emanuele

Piazza di unione dei due castelli, nella quale fu posta la "pietra della pace", probabilmente nel luogo dove oggi c'è la fontana.
Sullo sfondo Palazzo della Ragione (secolo XV) antica sede del Governo

portamalatesta
Porta Malatesta

Secolo XIV collega il Castello dei Penna con il Borgo San Rocco.
Stemma di Federico d'Urbino

portacarboni
Porta Carboni

Secolo XIV - XV, porta principale di accesso al castello dei Penna
Sulla facciata stemma di Federico d'Urbino

loggetta
Loggetta Rinascimentale

In adiacenza alla porta Malatesta,
serviva come accesso al convento degli Agostiniani

convento
Monastero di clausura suore Agostiniane

Sorto sulle rovine del castello dei Billi nel secolo XVI, in seguito a donazione della famiglia Lucis

Cattedrale
Cattedrale

secolo XVI ristrutturata nel secolo XX, la facciata in cotto rosso imolese risale al 1914

roccabilli
Ruderi del castello dei Billi
castello
Ruderi del castello dei Billi
croce
croce sul castello dei Billi
costruita nel XIX secolo
guasto
guasto Malatestiano
sede dell'antico Castello dei Penna
pennabilli_dalai
Campana in ricordo della
visita del Dalai Lama
teatro
Teatro Vittoria Già palazzo Fuffi, secolo XVI
150 posti, interno affrescato da pittori locali
angelo
L'angelo coi baffi
angelo
L'angelo coi baffi

Nella ex chiesa dei caduti si trova una rappresentazione che illustra la storia di un angelo che non era "capace di fare niente", e di un sogno divenuto realtà.
Storia in versi di Tonino Guerra, un grande dipinto che raffigura l'aneddoto, uccelli impagliati e in sottofondo canti di uccelli.

particolare
scorcio centro storico
paerticolare
scorcio centro storico
meridiana
Le meridiane

Nel centro è possibile reperire sette meridiane, ognuna rappresentante i vari modi di misurare il tempo nei secoli.

L'orto dei frutti dimenicati

Nei pressi del centro, nato da un'idea di Tonino Guerra Ŕ un giardino nel quale Ŕ possibile trovare diversi alberi da frutto che stanno ormai scomparendo.
Nel giardino inoltre si trovano due meridiane, alcune sculture, un labirinto, un antico lavatoio con alle pareti targhette che riportano le "parole del mesi".

pennabilli_orto3
L'orto dei frutti dimenicati
pennabilli_orto5
L'orto dei frutti dimenicati
pennabilli_orto3
L'orto dei frutti dimenicati
pennabilli_orto5
L'orto dei frutti dimenicati

|| Home Comune || Dintorni || Storia curiosità || Foto Tour|| Toponimi|| Territorio ||