Garofanino di montagna

Garofanino di montagna

Epilobium Montanum appartenente alla famiglia delle Onagraceae, pianta perenne erbacea. altezza da 15 a 45 cm - fusti finemente pelosi nella parte superiore

Fioritura -

da maggio ad agosto

Habitat -

ai margini dei boschi, dei sentieri, luoghi sassosi della collina e della media montagna

Uso e CuriositÓ - NB gli usi sono indicati a mero scopo informativo, decliniamo pertanto ogni responsabilitÓ sul loro utilizzo a scopo curativo, estetico o alimentare -

Il colore delicato di questo grazioso fiore non molto diffuso è paragonato al rossore di una fanciulla, infatti chiude i petali quando il cielo è nuvoloso. Per gran parte del Medioevo e durante le grandi pestilenze furono usati come surrogati dei chiodi di garofano. I fiori contengono eugenole, un potente antisettico presente in grandi quantità nei chiodi di garofano.
Si usano foglie, fiori e frutti (simili apputi ai chiodi di garofano) sia freschi che essiccati all’ombra in tisana, oppure il decotto di radice essiccata al sole.