Erba di San Giovanni
Erba di San Giovanni

Pianta perenne semisempreverde appartenente alla famiglia delle Clusiaceae, ben riconoscibile anche quando non è in fioritura perché le sue foglie in controluce appaiono bucherellate.
Fioritura - la fioritura massima si ha verso il 24 giugno, ricorrenza di San Giovanni
Habitat - cresce nei terreni asciutti, lungo i margini delle strade, ai bordi di campi e nelle radure, fino a 1600 metri slm
Uso e Curiosità - NB gli usi sono indicati a mero scopo informativo, decliniamo pertanto ogni responsabilità sul loro utilizzo a scopo curativo, estetico o alimentare - Uno dei nomi popolari di questa pianta dai bei fiori gialli era scacciadiavoli che la verifica scientifica moderna ha tradotto con antidepressivo. Utilizzata soprattutto per trattare la depressione e i disturbi associati, come ansia, stanchezza, perdita dell’appetito e problemi del sonno. Le parti della pianta utilizzate per produrre i fitoterapici che lo contengono sono i fiori e le foglie. L olio di iperico è, invece, pensato per l’uso topico. Diversi sono coumque gli efetti collaterali