Utente non registrato

scheda n. 4284 letta 60 volte

Anello Linea Gotica

Comune : Altri comuni limitrofi
Tipo : sentiero
Altezza mt. : 1025
Coordinate WGS84: 43 47' 47" N , 11 47' 42" E
Toponimo nell'arco di
notizie :

Testo di Bruno Roba (16/02/2019)

Comune di Poppi - Coordinate WGS84: Bivio S.F. Asqua 43° 47’ 6” N / 11° 48’ 36” E - Quota 980 – La Rota 43° 47’ 47” N / 11° 47’ 42” E - Quota 1025 – Poggio Muschioso 43° 47’ 44” N / 11° 48’ 19” E - Quota 1156

Il Sentiero della Linea Gotica, noto come Anello Linea Gotica, CAI 72-A (Montanino – Poggio Muschioso – La Rota - Montanino), si trova al margine SO della Foresta di Camaldoli, costituente Riserva Naturale Biogenetica, e riguarda un breve tracciato di mezzacosta ad anello, che risale leggermente il versante con qualche strappo e circa 180 m di dislivello totale su uno sviluppo di circa 4,5 km. Il tratto finale più basso e semipianeggiante si sovrappone al primo tratto del Sentiero dei Tedeschi, CAI 94 (v.). Assente dalla cartografia storica, deve il suo nome all’intenso utilizzo che ne fecero le truppe tedesche tra il marzo e il settembre 1944 quale ramificazione della Linea Gotica nell’ambito delle fortificazioni realizzate dalla famigerata Organizzazione Todt, con lo scavo di postazioni e trincee. All’epoca, come risulta dalle fotografie aeree scattate nei primi Anni ’50, l’area era ormai pressoché interamente disboscata per cui dalle postazioni armate era possibile un totale controllo del territorio. Mentre i crateri delle postazioni sono divenuti delle pseudo-doline  carsiche, il rimboschimento del versante ha consentito lo sviluppo di querce (cerri e roverelle), carpini e conifere (douglasie, abeti e pini neri e silvestri); in alto si rasenta la faggeta. La Pro Loco di Moggiona ha promosso e organizzato la segnaletica tramite pannello informativo e segnacoli in legno per ogni postazione, tabellate nel numero di 11 lungo l’anello, mentre altre due sono esterne e dislocate presso la Via del Corniolo. Nel 2011, nell’ambito dell’iniziativa “Boschi ad Arte” curata dall’Ecomuseo del Casentino in memoria della strage di Moggiona del 1944, è stata realizzata inoltre una suggestiva e plurima installazione artistica effimera curata da Isanna Generali: già volutamente soggetta alla consunzione dal tempo, le frequenti operazioni di taglio ed esbosco ne hanno affrettato la scomparsa; di essa rimane solo la testimonianza fotografica.

RIFERIMENTI   

S. Bassi, N. Agostini, A Piedi nel Parco 2, Escursioni nel Parco Nazionale delle Foreste Casentinesi, Parco Nazionale delle Foreste Casentinesi, ComunicAzione, Forlì 2016;

Carta Escursionistica scala 1:25.000, Parco Nazionale delle Foreste Casentinesi, S.E.L.C.A., Firenze

Foreste Casentinesi, Carta dei sentieri, Istituto Geografico Adriatico, Longiano 2012;

Link  regione.toscana.it/web/guest/territorio-e-paesaggio.

Percorso/distanze :

Testo di Bruno Roba

A 200 m circa dal bivio della S.P. 67 dell’Eremo sulla S.P. 67 di Camaldoli, caratterizzato dal grosso fabbricato della Casa Forestale ex Segheria Feltrinelli, si intraprende sulla sx la S.F. di Asqua (ben segnalata, che reca all’omonimo rifugio) percorrendola per circa 700 m fino al bivio segnalato da pannello esplicativo dell’Anello Linea Gotica. Sviluppo 4,5 km. La Via del Corniolo, dove si trovano le due postazioni esterne all’anello, si diparte dalla S.P. di Camaldoli laddove scollina, a Montanino, di fronte all’Oasi del Divin Maestro.

foto/descrizione :

Le foto sono state scattate da Bruno Roba, che ha anche inserito i testi, e qui riprodotte su autorizzazione dell'autore
Nota - Per visualizzare le foto nel loro formato originale salvarle sul proprio computer, oppure se il browser lo consente tasto destro sulla foto e Apri immagine in un'altra scheda.

00A – Schema di mappa con sentieristica.

00B – Schema di mappa del tratto del Sentiero dei Tedeschi n. 94 che si sovrappone all’Anello Linea Gotica n. 72-A. è indicata la posizione delle postazioni belliche con relativa numerazione.

001a/001l – Il pannello illustrativo dell’Anello della Linea Gotica (10/06/12 – 30/01/20).

001m/001p – Postazione n.1, rivolta verso Camaldoli; sotto questa postazione si trovavano dei nidi di mitragliatrice (21/01/12 – 21/05/13).

001q/001t – Postazione n.2, collegata con luoghi adibiti a ricovero truppe o deposito munizioni (6/02/20).

002a/002e – Postazione n.3, per mortaio, rivolta verso Camaldoli (21/01/12 - 6/02/20).

002f/002m - Postazione n.4; sono evidenti anche le trincee (6/02/20).

002n/002t - Postazione n.5; anche qui sono particolarmente estese ed evidenti le trincee (21/01/12 - 6/02/20 - 27/02/20).

003a/003e - Postazione n.6 (14/11/13 - 6/02/20).

003f – 003g – 003h – La postazione n.7, di cui manca il segnacolo, si trova oltre la sommità di Poggio Muschioso, rivolta verso Sud (31/12/13 - 6/02/20).

003i/003n – La Postazione n.8 si trova alta sul versante, mentre il segnacolo è ormai nascosto da un abete collassato (31/12/13 - 6/02/20).

003o – 003p - Postazione n.9 (31/12/13 - 6/02/20).

003q/003t – La Postazione n.10 è ricoperta dagli alberi stroncati dalla Tempesta di S. Martino dell’11/11/2013; era collegata con luoghi adibiti a ricovero truppe o deposito munizioni (21/01/12 - 10/12/13).

004a/004e – Postazione n.11 (21/01/12 - 6/02/20).

004f/004z – La suggestiva installazione artistica effimera di Isanna Generali con i nomi delle vittime dell’eccidio di Moggiona (21/01/12 – 3/12/12 - 25/06/12 – 7/07/12).

005a/005h – Ai nomi delle vittime si affiancavano alcuni volti (21/01/12 – 3/07/12 – 7/07/12).

005i/005o – Due probabili postazioni belliche esterne all’Anello della Linea Gotica, pertanto non tabellate: la prima si trova lungo il tratto del Sentiero dei Tedeschi compreso tra La Rota e Croce Gaggi, la seconda sul versante settentrionale di Poggio Muschioso (alto) che guarda verso l’Eremo di Camaldoli (2/12/14 - 30/01/20 – 6/02/20).

{#emotions_dlg.18}