Home

Valle del Santerno

Nell'antichità il fiume era chiamato Vatreno.

Il Fiume Santerno nasce nei pressi del passo della Futa e confluisce dopo un percorso di 99 Km nel fiume Reno a sud della Statale 16 (Ravenna - Ferrara).
La confluenza è stata creata artificialmente, in epoca Romana il fiume giunto in pianura si gettava nelle paludi che caratterizzavano un tempo la bassa Padana.

santerno

Il suo corso a sud della Via Emilia è accompagnato dalla strada di fondovalle SP 610 (Montanara)
I principali centri che si incontrano scendendo la vallata sono

Firenzuola
Castel del Rio
Fontanelice
Borgo Tossignano
Casalfiumanese

 

La vallata si risale partendo da Imola - (seguire le indicazioni per Firenze) percorrendo la pronvinciale "Montanara".
In 10,5 Km quasi pianeggianti si raggiunge Casalfiumanese, centro comunale.
Il paese è diviso in due, la parte "nuova" costruita lungo la via Montanara, ed il nucleo storico posto su una collinetta di 125 metri, che si raggiunge con una deviazione sulla destra di circa 1 Km.
Da Casalfiumanese è interessante percorrere la valletta laterale del Rio Casale, caratterizzata da spettacolari calanchi.
Ritornati sulla "Montanara" incontriamo poco dopo gli abitati di Casalfiumanese e Riviera, piccolo nucleo di case a sinistra della strada, e interessante pieve del XIV Secolo.

Percorrendo altri 2 Km circa siamo a Borgo Tossignano, secondo centro comunale della vallata. Anche qui è opportuna una deviazione (al semaforo svoltare a sinistra) per raggiungere l'antico centro di Tossignano posto a 270 slm e fino al 1965 sede comunale.
Lasciato Borgo Tossignano la valle inizia a restringersi ed il corso del Santerno si fa più incassato e molto più in basso rispetto al piano stradale.
In circa 3 Km giungiamo a Fontanelice, (165 mt. slm) il nucleo storico si trova a destra della via Montanara, e vi si accede passando sotto ad un voltone sormontato da torre campanaria.
Da Fontanelice primi importanti assi di collegamento con le vallate parallele:
Sulla destra deviazione per Sassoleone che ci consente di raggiungere le valli del Sillaro e dell'Idice, sulla sinistra deviazione per Casola Valsenio (strada della lavanda), che attraverso il passo del Prugno (mt 532) ci consente di raggiungere la valle del Senio.
Proseguendo sulla "Montanara" in circa 8 Km raggiungiamo l'ultimo comune "Romagnolo" della valle, Castel del Rio (mt. 230 slm) già feudo della famiglia degli Alidosi, all'inizio dell'abitato ci accoglie imponente l'antica rocca, e sul corso del Santerno troviamo il famoso ponte Alidosi, monumento nazionale dal 1817.
Superato Castel del Rio in poco più di 6 Km siamo alla frazione di Moraduccio, da qui si entra nella regione Toscana, provincia di Firenze. Sulla destra, su di un poggetto al di là del fiume, troviamo il borgo abbandonato di Castiglioncello, antico castello posto a guardia dei confini.
Altri 4 Km in valle sempre più stretta e caratterizzati da affioramenti di stratificazioni sedimentarie, ci portano a Coniale, piccolo nucleo di case a sinistra della via Montanara. Da qui parte sulla sinistra la strada della Faggiola, che superato il valico del Paretaio a 880 metri, conduce a Palazzuolo sul Senio.
Superato Coniale ed il successivo abitato di San Pellegrino, la valle si amplia e la pendenza si attenua, iniziamo a notare sulle montagne circostanti diverse cave di arenaria, principale fonte di lavoro della zona.

Castiglioncello

Giungiamo in breve alla periferia di Firenzuola, caratterizzata da diversi stabilimenti per la lavorazione della pietra.
La cittadina, al cui centro storico si accede dalle antiche porte "Fiorentina" o "Bolognese", fu edificata intorno alla metà del XIV secolo dai fiorentini, quale caposaldo difensivo per contrastare gli Ubaldini (signori delle Apels).
Proseguendo sulla SS 503 per il Passo della Raticosa, con successiva deviazione a sinistra che transitando per Cornacchiaia e Castro San Martino porta al Passo della Futa MT 903 - totali 11 Km (questa strada segue il corso del fiume Santerno).
Proseguendo verso sinistra si raggiunge passando per Rifredo il passo Giogo di Scarperia a 882 mt., anche per questa strada totali 11 Km

foto tour
Segnala a un amico busta
© www.appenninoromagnolo.it 2003-2019
Torna su